Momenti di terrore per un automobilista che, in zona Pietralata, si è visto uno sconosciuto salire in auto e minacciarlo: "Ora tu mi porti al ristorante". Di fronte alle resistenze l'uomo non ha esitato ad aggredirlo e ferirlo con un paio di forbici, costringendolo a scendere dalla sua vettura. Subito è scattato l'allarme e la polizia di Stato si è messa all'inseguimento del fuggitivo scappato a tutta velocità su via di Pietralata, rischiando più volte di provocare gravi incidenti.

La fuga dell'uomo è terminata dopo diversi minuti al quartiere valli, più precisamente in via Val D'Aosta, dove ha tentato di fuggire a piedi dopo aver imboccato e percorso contromano via Val D'Aosta. Gli agenti sono riusciti a fermarlo dopo una colluttazione: il fuggitivo ha tentato di resistere all'arresto sferrando calci e pugni contro i poliziotti che infine sono riusciti ad ammanettarlo e a tradurlo in commissariato dove è stato identificato e arrestato. Non solo: al momento dell'arresto ha fornito delle false generalità perché consapevole di dover scontare un residuo di penna di tre anni, un espediente che ovviamente non ha funzionato.

Nell'auto sono state ritrovate le forbici Il 25enne dovrà ora rispondere dei reati di rapina aggravata, resistenza e minacce a pubblico ufficiale e di falso. Condannato dopo un'udienza per direttissima a 3 anni e 2 mesi è stato tradotto nel carcere romano di Rebibbia.