Paura a San Pietro dove una turista ha rischiato di soffocare in strada per un boccone che le andato di traverso. Gli angeli hanno tanti nomi, uno di questi è poliziotto. È stato proprio un agente della Polizia di Stato a salvarle la vita, intervenendo prontamente e praticandole una manovra di disostruzione delle vie aeree. La vittima che ha rischiato il soffocamento è una 63enne americana di origini cinesi, che al momento della tragedia sfiorata si trovava a passeggiare insieme alla famiglia in Piazza San Pietro al Vaticano. Una giornata di allegria e spensieratezza in visita nella Capitale per ammirarne le bellezze artistico-architettoniche che avrebbe potuto culminare in un dramma, ma che per fortuna si è conclusa con il lieto fine. Secondo le informazioni apprese la donna stava masticando un panino quando, improvvisamente, un boccone le andato di traverso, rischiando di farla soffocare. Vedendola respirare con fatica i suoi parenti hanno cercato aiuto e si sono rivolti agli agenti dell'ispettorato di pubblica sicurezza Vaticano che presidiano la piazza e via della Conciliazione.

Poliziotto salva turista dal soffocamento

Ad intervenire prontamente uno degli operatori appartenenti allo speciale nucleo di Polizia Stradale deputato ai servizi di scorta al Santo Padre. Il poliziotto, avendo compreso la gravità della situazione perché la donna rischiava di morire soffocata, non ha perso la calma e, afferrandola da dietro le ha praticato la manovra di Heimlich per la disostruzione delle vie che ha consentito alla donna, che era già cianotica in viso, di mandare fuori il boccone e di ritornare finalmente a respirare. Successivamente, scongiurato il peggio, i medici del servizio sanitario Vaticano sono intervenuti con una ambulanza e hanno constatato il principio di soffocamento aggravato da una precedente patologia della turista.