Un passeggero di un autobus della linea 314 ha preso a pugni il vetro del gabbiotto dell'autista di Roma Tpl. E' successo intorno alle ore 15 del 10 agosto, a Lunghezza, zona dell'Agro romano, su un mezzo adibito al trasporto pubblico che viaggiava su via Celestino Rosatelli. Il gesto violento dopo che l'utente si era dimenticato di scendere alla fermata e aveva chiesto al conducente di accostare su un punto della strada non adibito a far scendere i passeggeri. L'autista, un romano di 42 anni alla guida ha risposto di no e a quel punto l'uomo è andato in escandescenza. Ha perso il controllo sbattendo i pugni contro il vetro e rompendolo. Sono stati attimi di paura per i passeggeri che hanno assistito alla scena a bordo del mezzo adibito al trasporto pubblico.

Pioggia di vetri e donna caduta a terra

Il responsabile del gesto è un cittadino del Togo, guardia giurata regolare in Italia. Il conducente, al volante della vettura in movimento, è stato investito dalla pioggia di vetri ed ha arrestato bruscamente il mezzo. La violenta frenata ha fatto cadere a terra una donna, una romana di 50 anni. Sul posto sono intervenuti i carabinieri dell'Aliquota del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Tivoli che hanno denunciato l'uomo per danneggiamento e interruzione di pubblico servizio. La donna e l'autista sono stati medicati dal personale sanitario del 118 e non hanno riportato fortunatamente conseguenze gravi.