Gravissimo incidente nella notte a Nettuno, in provincia di Roma. Un uomo di 39 anni si è ribaltato con l'auto, dopo essersi messo al volante ubriaco e nonostante la patente revocata. Nella vettura c'erano anche le sue due figlie di 8 e 7 anni: la più grande, Nicole, è morta, mentre la sorellina è rimasta gravemente ferita. Il 39enne è rimasto a sua volta contuso nell'episodio: trasportato in ospedale, è poi fuggito ma è stato rintracciato dalla polizia. Il papà delle due sorelline è risultato positivo all'alcol test ed è stato denunciato con le accuse di omicidio stradale, guida senza patente e in stato di ubriachezza: era infatti al volante della sua auto nonostante da nove anni gli fosse stata revocata la licenza di guida.

Il grave incidente è avvenuto intorno alla mezzanotte in via dei Frati. Non sono ancora note le cause per cui l'auto su cui si trovavano il 39enne e le due figlie, una Bmw, si sia cappottata. L'auto viaggiava probabilmente a velocità elevata: l'uomo ne avrebbe perso il controllo, finendo con la vettura prima contro un palo della luce e poi in un cunetta, che avrebbe fatto cappottare più volte l'auto. Stando ad alcune testimonianze, le due bambine viaggiavano senza le cinture allacciate: Nicole sarebbe stata sbalzata dall'auto e sarebbe deceduta sul colpo. La sorellina si trova invece ricoverata all'ospedale di Anzio con ferite alle gambe e in altre parti del corpo.