Hanno tentato di mettere a segno la truffa dello specchietto in via Ostiense a Roma, ma la persona alla guida preso di mira era un carabiniere libero dal servizio. Due ragazze di 30 e 34 anni, le ‘Thelma e Luoise' romane, sono state denunciate a piede libero e il veicolo sul quale viaggiavano è stato sequestrato. La truffa, ormai molto diffusa nelle strade della Capitale e non solo, consiste nel fingere di aver subito un danno fermando un automobilista, intimandogli di risolvere il problema con il pagamento di una somma di denaro. Le due ragazze, approfittando del traffico, si sono avvicinate al militare che stava guidando e gli hanno fatto notare di aver provocato un danno alla loro auto, ma che erano intenzionate a risolvere tranquillamente la cosa in cambio di 250 euro. Il carabiniere però, conoscendo bene le dinamiche della truffa in corso, ha rifiutato la richiesta e ha segnalato il numero di targa alla Centrale Operativa del Comando Provinciale di Roma. Poco dopo le due ragazze sono state individuate e fermate in via della Piramide Cestia. Durante il controllo, i militari hanno scoperto che la 30enne stava guidando senza patente su un'auto priva di carta di circolazione e di copertura assicurativa obbligatoria.