Chiuso un ristorante nel quartiere Ostiense a Roma per pessime condizioni igienico sanitarie. A prendere il provvedimento la Asl Roma 2, dopo un sopralluogo svolto all'interno dei locali insieme agli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Colombo, che hanno multato i titolari per un totale di 1500 euro. A determinare la sospensione della somministrazione di cibo e bevande al pubblico sono i risultati emersi da alcuni controlli straordinari negli esercizi commerciali del quartiere che hanno portato alla luce condizioni non conformi alla normativa vigente e potenzialmente pericolose per la salute dei clienti.

Cucina sporca e cibo mal conservato

Sporcizia nel laboratorio e nella cucina, dove venivano conservati gli alimenti e preparati i piatti da servire a tavola. Stessa situazione anche negli spogliatoi riservati al personale. Non diversa la pulizia del frigorifero, dove gli ispettori hanno trovato muffa sulle guarnizioni. e all'interno, contenitori privi di coperchio. La vetrina esposizione conteneva invece alimenti cotti mantenuti a temperatura ambiente, che rischiavano di arrivare a tavola rovinati. In cucina poi, mancava la canna fumaria. Oltre che nei locali, gli ispettori hanno riscontrato irregolarità anche nell'abbigliamento del personale incaricato della manipolazione degli alimenti, risultato non idoneo.

Il cibo sequestrato sarà distrutto

Il cibo era conservato all interno dei congelatori senza etichettatura e indicazioni di confezionamento. Gli ispettori hanno sequestrato in tutto quattro  sacchetti  di prodotti surgelati di varia pasticceria, una teglia di prodotti tipici siciliani, una busta di chicchi di cioccolato, tre teglie di pasta al forno e vari prodotti fritti. Tutto il materiale sequestrato sarà distrutto.