10 Maggio 2020
9:09

Ostia, perseguita l’ex moglie con centinaia di chiamate notturne: 40enne finisce ai domiciliari

Un uomo di quarant’anni ha perseguitato l’ex moglie con oltre cento chiamate notturne. Lei lo aveva lasciato e denunciato ma lui, non sopportando l’idea che lei non fosse più sotto il suo controllo, aveva cominciato a telefonarle sempre, causandole uno stato di ansia e di paura costanti. Ora è ai domiciliari.
A cura di Natascia Grbic

Ha lasciato l'ex marito perché stanca del suo carattere violento, della sua voglia di controllarla e del suo essere possessivo. Nonostante questo una donna di Ostia non riusciva a vivere serenamente la sua nuova vita lontana dall'ex marito, perché lui continuava a perseguitarla con chiamate e messaggi, spesso durante le ore notturne, rendendole l'esistenza impossibile e facendola sentire male ogni volta che squillava il telefono. Alla fine l'uomo è stato arrestato perché lei, stanca di sentirsi tremendamente in ansia per quello che avrebbe potuto fare l'ex, lo ha denunciato di nuovo alla Polizia di Stato. Al termine delle indagini, il giudice per le indagini preliminari ha chiesto per lui gli arresti domiciliari.

Dalle indagini è emerso che l'uomo, già colpito da divieto di avvicinamento alla donna, l'aveva chiamata più di cento volte, soprattutto la notte. Una condotta persecutoria che metteva in pratica tutti i giorni e tutte le notte. Nonostante lei lo avesse già denunciato e lui non dovesse contattarla né avvicinarla, continuava col suo comportamento e non gli importava che lei non volesse più stare con lui. L'uomo non amava la sua ex compagna, non era ‘accecato dall'amore', una scusa traballante che spesso gli uomini usano quando devono provare a ‘giustificare' i loro comportamenti violenti e persecutori: ciò che dava fastidio al 40enne era solo che lei lo avesse lasciato e allontanato finalmente da casa. Per queste persone, sapere di non avere più il controllo sulla propria compagna non è una cosa da poter prendere in considerazione: sanno affermarsi solo se sanno di averne il completo possesso. La donna però lo ha denunciato di nuovo, questa volta il 40enne è finito ai domiciliari.

Covid Lazio, bollettino di giovedì 17 novembre: 3.600 nuovi casi e un morto, 1.850 contagi a Roma
Covid Lazio, bollettino di giovedì 17 novembre: 3.600 nuovi casi e un morto, 1.850 contagi a Roma
Si fingono amici di famiglia e molestano una 17enne alla fermata dell'autobus
Si fingono amici di famiglia e molestano una 17enne alla fermata dell'autobus
Incidente mortale sulla Pontina, ha perso la vita un uomo di 79 anni
Incidente mortale sulla Pontina, ha perso la vita un uomo di 79 anni
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni