Operazione di polizia a Ostia
in foto: Operazione di polizia a Ostia

Due clan rivali che si combattevano a colpi di pistola per la conquista di Ostia sono stati pesantemente feriti da sei arresti disposti dall'Antimafia capitolina. Il primo è collegato alla criminalità locale, mentre i membri dell'altro fanno riferimento a un'organizzazione campana. L'operazione, eseguita dai poliziotti della Squadra Mobile di Roma, ha interessato i quartieri romani di Acilia, Ostia, Dragona e Dragoncello. Gli agenti hanno notificato sei misure cautelari e diverse perquisizioni, emesse dal gip di Roma su richiesta della Procura Distrettuale Antimafia. I sei sono indagati, a vario titolo, di tentato omicidio, sequestro di persona, porto abusivo di armi da sparo, esplosione di colpi di arma da fuoco in luogo pubblico e lesioni personali aggravate. Come detto, i due clan si sfidavano per conquistare l'egemonia sul quartiere costiero della Capitale e per il controllo dello spaccio di sostanze stupefacenti tra le zone Acilia, Ostia e Dragona. Sarebbero stati arrestati i due capi delle organizzazioni.

Raggi: "Al fianco della polizia per liberare Roma dalla criminalità"

"Ringrazio la Polizia di Stato e la Procura Distrettuale Antimafia per l'operazione contro i clan a Ostia e sul litorale romano. Al loro fianco per liberare la città dalla criminalità", ha commentato la sindaca di Roma, Virginia Raggi, su Twitter. Per ora la procura di Roma non ha diffuso altri particolari sull'operazione.