Cinque persone arrestate, una denunciata e 130 chili di marijuana e armi clandestine sequestrate: questo il risultato dell'operazione messa in campo dai carabinieri di Ostia sul litorale laziale. I controlli, che hanno visto l'impiego di sessanta agenti e un elicottero dell'arma, si sono concentrati sulle piazze di spaccio più note. Ossia, Ostia Ponente con piazza Gasparri e la zona dell'Idroscalo, Tor San Michele, il centro il lungomare e l'entroterra. Il primo a essere individuato è stato un uomo, disoccupato, che da qualche tempo aveva iniziato ad avere uno stile di vita al dì sopra delle sue reali possibilità economiche. Durante la perquisizione della sua abitazione sono stati trovati 130 chili di hashish e marijuana, varie pistole (una con la matricola abrasa e una rubata nel luglio 2015 a Roma), 10mila euro in contanti e il materiale per confezionare la sostanza. Il tutto è stato sottoposto a sequestro, mentre l'uomo è stato arrestato.

Ostia, 5 persone arrestate in controlli antidroga

Successivamente è stato arrestato un uomo di 47 anni che all'interno della sua abitazione aveva 21 piante di marijuana: l'uomo, che era già affidato in prova ai servizi sociali, è stato messo agli arresti domiciliari. Denunciato in stato di libertà anche uno studente, che in casa aveva diverse dosi di marijuana e il materiale per pesarla e confezionarla: 600 euro trovati nella sua abitazione e l'erba sono stati sequestrati. Gli altri arresti effettuati riguardano una donna di 33 anni che aveva aggredito e rapinato un pensionato qualche giorno prima, e due uomini: uno perché sorpreso fuori dalla sua abitazione mentre stava scontando gli arresti domiciliari, mentre l'altro ha cumulato un ulteriore ordine di carcerazione per reati inerenti allo spaccio di sostanze stupefacenti.