Una donna di settantasette anni è stata arrestata nella propria abitazione di Ostia, dove aveva allestito una vera e propria piazza di spaccio tra le mura domestiche. I carabinieri della locale compagnia l'hanno scoperta dopo un mirato servizio antidroga, notando un anomalo via vai di persone da un appartamento situato in via Umberto Cagni di Ostia Ponente, ed in particolare di persone conosciute quali assuntori di droghe.

Dopo un lungo servizio di osservazione, alla fine è scattato il blitz: i carabinieri hanno così fatto irruzione nell'appartamento, scoprendo che il pusher era in realtà una donna di settantasette anni, che gestiva da sola la vendita al dettaglio di cocaina. In casa sono state rinvenute e sequestrate diverse dosi di "polvere bianca", già pronta per la vendita, nonché duecento euro ritenuti essere i proventi della sua attività illecita. La "nonna pusher" è stata posta agli arresti domiciliari in attesa dell'udienza di convalida.

Sempre ad Ostia, in serata, è finito in manette un cittadino turno di trentaquattro anni, già noto alle forze dell'ordine, mentre si trovava su via Baffigo. L'uomo, sottoposto a controllo da parte dei militari dell'arma mentre passeggiava, è stato trovato in possesso di decine di dosi di marijuana nel suo zaino, ed è così scattato l'arresto. Dopo le formalità di rito, l'uomo è stato portato in caserma, in attesa dell'udienza di convalida.