53.924 CONDIVISIONI
6 Luglio 2020
10:45

Ostia, 20enne presa a schiaffi in spiaggia da un coetaneo: gli ha chiesto di spostare l’asciugamano

Una ventenne chiesto ad un coetaneo di spostare l’asciugamano in spiaggia ad Ostia, perché erano troppo vicini e tra loro non c’era la distanza di sicurezza, ma è stata aggredita e ha ricevuto uno schiaffo. Il ragazzo ha rischiato il linciaggio ed è intervenuta la Polizia di Stato. La giovane è stata trasportata in ospedale.
A cura di Alessia Rabbai
53.924 CONDIVISIONI
Litorale di Ostia (La Presse)
Litorale di Ostia (La Presse)

Una ragazza di vent'anni è stata aggredita e presa a schiaffi da un coetaneo in spiaggia ad Ostia, per avergli chiesto di allontanarsi e rispettare il distanziamento sociale. "Puoi spostare il suo asciugamano, siamo troppo vicini" ha detto la giovane, che era in spiaggia nei pressi del chiosco Hakuna Matata, sul litorale lidense. Come riporta Il Messaggero, tra i due è nata una discussione animata, durante la quale il ragazzo l'ha aggredita dandole uno schiaffo e facendola cadere a terra. Una richiesta di rispettare le norme previste dal governo, per limitare i contagi di coronavirus, necessarie anche all'aperto e in spiaggia, che è culminata in un episodio di violenza. La lite si è svolta davanti agli occhi dei bagnanti, sull'arenile affollato di domenica scorsa 5 luglio, che hanno preso le parti della giovane e il ragazzo, accerchiato, ha rischiato il linciaggio. Ad intervenire per sedare gli animi e riportare la calma tra i presenti gli assistenti bagnanti e poi gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Ostia, intervenuti con una volante. La ragazza, in via precauzionale, è stata soccorsa dal personale sanitario del 118 e trasportata all'ospedale Grassi di Ostia.

Paline distanziatrici abbattute nelle spiagge libere di Ostia

Lungomare affollato e controlli sempre più difficili sul litorale romano, da Nord a Sud, dove accanto a stabilimenti con ingressi contingentati ci sono spiagge libere piene, specialmente nelle giornate di weekend, e dove è difficile se non impossibile, mantenere la distanza di sicurezza sia sull'arenile che in acqua. Per non palare del bagnasciuga, dove le persone passeggiano, passando frontalmente le une davanti alle altre. Ad Ostia ad esempio, sono state abbattute le paline distanziatrici poste nelle spiagge libere ed è arrivata la denuncia della sindaca Virginia Raggi.

53.924 CONDIVISIONI
Spiagge libere senza bagnini: un'estate pericolosa a Ostia, l'anno prossimo se ne occuperà il comune
Spiagge libere senza bagnini: un'estate pericolosa a Ostia, l'anno prossimo se ne occuperà il comune
Ostia, 16enne aggredito da 5 coetanei: identificato e denunciato un 19enne
Ostia, 16enne aggredito da 5 coetanei: identificato e denunciato un 19enne
Perché è necessario lo Ius Scholae, spiegato dagli studenti che hanno meno diritti degli altri
Perché è necessario lo Ius Scholae, spiegato dagli studenti che hanno meno diritti degli altri
245.337 di AntonioMusella
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni