Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Una rissa scaturita al termine di una cena rumorosa nel quertiere di Pietralata a Roma ha costretto i carabinieri ad intervenire e a denunciare a piede libero i partecipanti. A finire nei guai cinque persone, un 27enne e un 38enne entrambi romani, un 38enne originario di Catania e residente a Guidonia Montecelio, un 28enne di Taurianova e un 35enne originario di Milano, ma domiciliato nella Capitale. Secondo le informazioni apprese la discussione animata divenuta poi una rissa è nata da una cena particolarmente rumorosa in un appartamento durante la quale i vicni hanno chiesto ai partecipanti di fare meno rumore.

I carabinieri intervengono per sedare la rissa

Le urla hanno allarmato i residenti, che hanno chiamato il Numero Unico delle Emergenze 112, chiedendo l'intervento delle forze dell'ordine. Sul posto, ricevuta la segnalazione, sono arrivati i militari del Nucleo Radiomobile, che hanno sedato la rissa, prima che potesse ulteriormente degenerare, ponendo fine a violenti calci e pugni tra i partecipanti. Arrivata anche un'ambulanza, i sanitari hanno medicato le persone rimaste lievemente ferite.

Commensali sanzionati

I partecipanti alla cena, di fatto non consentita dal dpcm del Governo, oltre alla denuncia, sono stati sanzionati per aver violato le regole imposte per il contenimento dei contagi da coronavirus che in vitano le persone a restare a casa e a limitare gli spostamenti ai soli necessari. I commensali infatti presenti all'interno di un'abitazione in cui non sono residenti, hanno creato un assembramento non consentito.