I rifiuti di Roma vengono raccolti dai mezzi di Ama e vengono poi parcheggiati in un capannone prima di essere ricaricati sui camion delle ditte di trasporto oppure vengono trasferiti, attraverso il trasbordo e senza toccare terra, sui camion. Questa operazione avveniva sia al Tmb Ama del Salario, distrutto da un incendio, avviene in parte al Tmb di Rocca Cencia e avviene in un area di Ama a Ponte Malnome, un'area che però dovrà essere liberata a breve perché così prevedeva un accordo tra Comune e Municipio XI. Per fronteggiare questa emergenza di zone di trasferenza (cioè materialmente dove trasferire i rifiuti dai mezzi Ama ai camion dopo la raccolta) la sindaca Raggi ha firmato ieri un'ordinanza che prevede la creazione di un parcheggio, un'area di trasbordo, a Saxa Rubra.

Area di trasbordo temporanea a Saxa Rubra: valida 180 giorni al massimo

Come riassunto nella stessa ordinanza, per la gestione dei rifiuti Ama può contare di quattro impianti di Trattamento Meccanico Biologico (Tmb): l'impianto di Rocca Cencia, l'impianto di via Salaria (incendiato e chiuso) e i due Tmb privati di Malagrotta, ex Colari. Per sopperire alla chiusura del Tmb Salario, 300 tonnellate di rifiuti al giorno sono stati trasferiti a Ponte Malnome. Le capienze dei Tmb privati di Malagrotta, come noto, sono state ridotte a causa di manutenzioni straordinarie che andranno avanti tutta l'estate. Occorre, si legge nell'ordinanza della sindaca, "individuare nell'immediato un sito da utilizzare per le attività di trasbordo dei rifiuti indifferenziati per un quantitativo di rifiuti pari a 300 tonnellate. Il protrarsi delle difficoltà evidenziate nell'attività di raccolta concretizza in tempi brevissimi uno stato di severa criticità nella Capitale, con immediata ripercussione sulle condizioni igienicosanitarie della città e grave rischio per la salute pubblica".  Il trasbordo dei rifiuti a Saxa Rubra, si legge ancora, "dovrà avvenire senza deposito dei rifiuti a terra e prevedendo tutti i presidi necessari ad evitare qualsiasi nocumento alla popolazione e all'ambiente circostante". L'ordinanza è valida per 180 giorni al massimo.

Il Pd: "Raggi insolente e bugiarda"

"Insolente e bugiarda: la sindaca di Roma ironizzava ieri sul presunto ritardo della Regione a emanare l'ordinanza che di fatto la mette da parte nella gestione della pulizia della città vista la sua incapacità e costringe, vista l'emergenza creata da lei in tre anni, tutti i Comuni del Lazio ad accogliere la spazzatura di Roma, ma tace sull'ordinanza che porta la sua firma e che decreta l'apertura dell'area di trasbordo a Saxa Rubra. Inutile dire che tutto questo avviene ancora una volta non solo distraendo la città sulle sue responsabilità di sindaca, ma anche senza alcun confronto con il territorio e con il Municipio XV", si legge in una nota a firma di Daniele Torquati capogruppo in Municipio XV e membro della segreteria romana del Pd.  Per Torquati, che ricorda di come in municipio abbia votato contro anche la maggioranza grillina, "la localizzazione scelta dalla sindaca e' sbagliata dal punto di vista logistico e urbanistico, andando a gravare anche da un punto di vista della mobilità sulla via Flaminia e vicino al nodo di scambio della stazione Saxa Rubra frequentato da migliaia di pendolari ogni giorno. Ricordo che quel luogo e' anche luogo di lavoro di dipendenti della Rai e delle aziende circostanti":

Anche i giornalisti Rai, la cui sede si trova a pochi passi dal sito di trasferenza di Saxa Rubra, si sono detti contrari nelle settimane scorse alla decisione della sindaca: "Verificheremo tutte le strade possibili per bloccare la decisione del Comune di Roma di realizzare a Saxa Rubra il trasbordo di 300 tonnellate di Rifiuti al giorno. Compreso il ricorso alle autorità rispetto ai potenziali rischi per la salute di chi vive o lavora a poche decine di metri. Ricordiamo che in quella zona ci sono anche strutture scolastiche. Inoltre, ciò che troviamo imbarazzante e grave è il silenzio dei vertici Rai", scrive l'Usigrai.

Cos'è un'area di trasbordo rifiuti

Qualche giorno fa la sindaca ha chiarito il tema del trasbordo e dei siti di trasferenza: " Il trasbordo consiste nel trasferimento dei rifiuti da camion piccoli a camion più grandi che poi vanno fuori città. Voglio ribadirlo ancora una volta: si tratta di caricare i rifiuti da camion a camion. Senza creare accumuli, discariche o siti di stoccaggio. Per terra non rimane nulla. Si tratta di un processo che non sporca! Dopo l'incendio al Tmb Salario che ha reso inutilizzabile l'impianto, stiamo individuando aree, tutte vicine ad autostrade, al Grande Raccordo Anulare o alle vie consolari, per poter fare questi trasferimenti. Tra queste c'è un vecchio parcheggio abbandonato a Saxa Rubra".