Luca Sacchi e Anastasiya
in foto: Luca Sacchi e Anastasiya

Il rapporto tra Luca Sacchi e la sua fidanzata, stando al contenuto di alcuni messaggi scambiati tra i due su Whatsapp e pubblicati sul Messaggero, non era più quello di una volta. Forse il ragazzo voleva lasciare Anastasiya e forse l'avrebbe fatto a breve, se la sua vita non fosse stata stroncata da un colpo di pistola sparato da Valerio Del Grosso davanti al John Cabot pub del quartiere Appio-Latino. Lei non sopportava più la madre di lui: "Sei un mammone, la mia vita con te fa schifo". Una mattina, visto che Anastasiya non rispondeva, Luca scriveva: "Rispondi". E lei: "Tutto ok, mi stavo lavando. Un attimo". E lui: "Sei una m… s… Non posso andare avanti così, sono arrabbiatissimo con te". E lei: "Ti giuro". Lui spiegava i motivi della sua risposta: "Non mi sono fidato molto perché eri un po’ fatta e avevo paura di qualsiasi cosa. Hai fatto una cazzata grossa come una casa. E ti giuro mi ha proprio dato fastidio. Ancora non ho risolto, per un motivo o per un altro, certe volte mi scordo. Altre non se po fa".

I litigi sulla mamma di Luca: "Scegli lei o me?"

Qualche giorno dopo ancora un litigio: "Oggi non so un c…. di te. Non mi dici niente. Sto aspettando, da quando mi sono svegliato, di sentirti. Non rispondi mai, parli solo nel gruppo con Gio". "Sto preparandomi tra poco ti chiamo", rispondeva lei. E ancora le discussioni sulla mamma di Luca Sacchi: "Quindi tu starai sempre dalla parte di tua madre. E mai dalla mia, giusto? Se ti dice scegli me o lei, tu dirai mammina. Vero? Sono seria". E lui: "La aiuterò, non vuol dire stare dalla sua parte. Lei o me?". "Ti sembro dottor Jekyll e mister Hyde?", domandava Anastasiya, E il fidanzato: "Una cifra c…. sembra che giochi con i miei sentimenti. Mi stai facendo stare male".