Una messa per ricordare Gabriel Feroleto, il bimbo di Piedimonte San Germano ucciso a due anni nel Frusinate. Oggi, venerdì 17 maggio, trascorso un mese dalla sua tragica morte che ha scosso profondamente la comunità locale e l'Italia intera, ci sarà una celebrazione per il piccolo angelo, volato in cielo troppo presto. La cerimonia è prevista alle ore 16, nella chiesa della Madonna dell'Assunta. Un gesto d'amore da parte dei residenti che lo scorso 24 aprile, in occasione dei funerali, si sono stretti intorno alla piccola bara bianca, piazza e chiesa gremita di gente, in tanti hanno lasciato fiori bianchi, peluches, giocattoli, disegni e lettere sotto al manifesto funebre affisso nei pressi dell'abitazione e luogo dove, secondo quanto dichiarato dalla mamma, il bimbo sarebbe stato ucciso e ritrovato il cadavere. Per l'omicidio di Gabriel sono in carcere i genitori, Donatella Di Bona e Nicola Feroleto.

Omicidio Gabriel Feroleto: esami sui vestiti di nonna e zio

I carabinieri del Nucleo Investigazioni Scientifiche hanno sequestrato anche i vestiti di nonna Rocca e zio Luciano per sottoporli ad alcuni accertamenti. Continuano le indagini per fare chiarezza su cosa sia successo veramente il 17 aprile scorso, dopo le dichiarazioni discordanti dei due genitori che hanno fornito informazioni contrastanti. Al momento l'ipotesi è che il piccolo sia stato ucciso per strangolamento dalla madre, per aver interrotto le effusioni tra i due genitori amanti. Ma il padre ha provato a tirarsi fuori dalla vicenda dicendo che era insieme alla compagna, alibi crollato dopo la smentita della donna che ha negato fosse con lei. Già sotto la lente d'ingrandimento dei Ris ci sono gli abiti dei genitori e di Gabriel e le tracce di sangue trovate nel lettino del piccolo, che se fossero sue, potrebbero aiutare gli investigatori a far luce sulla dinamica dell'accaduto. Al vaglio anche il terriccio del sentiero dov'è stato ritrovato il cadavere del bambino.