Desirée Mariottini
in foto: Desirée Mariottini

Si aggravano le accuse nei confronti di Mamadou Gara, il 27enne senegalese indagato per l'omicidio di Desirée Mariottini, drogata, stuprata e uccisa lo scorso 19 ottobre in uno stabile abbandonato in via dei Lucani a San Lorenzo. Secondo la procura di Roma che sta seguendo il caso l'uomo avrebbe avuto rapporti sessuali con la minorenne anche precedentemente ai fatti che hanno portato alla morte della 16enne di Cisterna di Latina. A carico del 27enne si aggiunge l'accusa di prostituzione minorile, oltre a quelle di omicidio volontario e violenza sessuale. I magistrati contestano allo stesso Gara e a Yusif Salia, ghanese 32enne, il reato di spaccio di sostanza stupefacente aggravato dalla minore età della vittima. I pm di piazzale Clodio, coordinati dal procuratore aggiunto Maria Monteleone, contestano ai due e agli altri indagati Chima Alinno, 46 anni nigeriano e Brian Minthe, 43 anni senegalese anche lo spaccio di sostanze stupefacenti ad altre persone per fatti precedenti al 18 ottobre.

San Lorenzo: a tre mesi dalla morte di Desirée nulla è cambiato

Sono passati tre mesi dall'omicidio di Desirée. Fanpage si è recata a distanza di tempo sul luogo dei tragici fatti e ha raccolto le testimonianze di alcuni residenti che hanno raccontato di come "nulla è cambiato rispetto a prima, nonostante le passerelle dei politici venuti a lasciare fiori e a promettere sicurezza". Se da un lato negli ultimi mesi non ci sono stati ulteriori movimenti, grazie anche ad un intensificarsi dei pattugliamenti, dall'altro tutto è rimasto immobile. L'edificio in cui è morta la 16enne è di proprietà della Tunda Orange Immobiliare, di Valerio Veltroni, all'epoca sottoposto a custodia giudiziaria e più volte sgomberato negli anni.

Desirée drogata, stuprata e uccisa a 16 anni

Lo scorso 19 ottobre il cadavere di una ragazza è stato trovato abbandonato all'interno di uno stabile fatiscente in via dei Lucani 26, nel quartiere di San Lorenzo. Dalle primissime informazioni ricevute pareva che si trattasse di una ragazza di età compresa tra i 20 e i 25 anni. Solo qualche ora dopo è arrivata la notizia che si trattava in realtà di un'adolescente, Desirée Mariottini, 16 anni. A segnalare la presenza di quel corpo senza vita è stata una chiamata anonima arrivata alla Questura di Roma la mattina presto. I risultati degli esami autoptici hanno portato alla luce la terribile dinamica della morte, sulla quale hanno indagato gli agenti del Commissariato di San Lorenzo: Desirée l'ultima sera della sua vita è stata drogata, stuprata e uccisa.