Oggi è il giorno dell'ultimo saluto ad Aurora Grazini, la ragazza di 16 anni deceduta nella notte tra il 14 e il 15 febbraio scorso dopo essere stata dimessa dall'ospedale Belcolle di Viterbo. Le esequie della ragazzina si svolgeranno come detto oggi, mercoledì 19 febbraio, nella chiesa di San Flaviano a Montefiascone, nella provincia di Viterbo, alle ore 15. È il giorno, dunque, del dolore per una morte che non ha ancora trovato una spiegazione: saranno tanti gli amici della 16enne che si stringeranno attorno alla famiglia, devastata dal dolore per l'improvvisa perdita.

Un medico dell'ospedale indagato per omicidio colposo

Nel pomeriggio di ieri, sul corpo di Aurora è stata effettuata l'autopsia e la salma è stata restituita alla famiglia per i funerali: il medico legale si è preso sessanta giorni per consegnare la sua relazione, che dovrebbe chiarire le esatte cause della morte della ragazza. Intanto, la Procura di Viterbo ha aperto una fascicolo per omicidio colposo sulla morte di Aurora Grazini: nel registro degli indagati è stato iscritto un medico dell'ospedale Belcolle di Viterbo, dal quale la 16enne era stata dimessa qualche ora prima che sopraggiungesse il decesso.

La morta di Aurora Grazini

Il calvario della 16enne comincia venerdì 14 febbraio quando, dopo aver accusato un malessere diffuso, la ragazza decide di andare al Pronto Soccorso dell'ospedale Belcolle. Nel nosocomio viterbese Aurora arriva in stato di agitazione, motivo per il quale il medico che la visita le prescrive una visita psicologica e le somministra 15 gocce di En, un potente ansiolitico. Quando torna a casa, come raccontato a Fanpage.it dal nonno, Aurora continua però a stare male: verrà trovata morta nel suo letto nel corso della notte.