Tremendo nubifragio a Civitavecchia e Santa Marinella, dove un violento acquazzone si è abbattuto inondando le strade, bloccando completamente la circolazione. L'Aurelia in particolare sembra un fiume in piena, macchine e tir sono bloccati e sommersi dall'acqua mista a fango. Sul posto sono intervenuti i soccorsi e i Vigili del Fuoco. Per ora non si ha notizia di eventuali feriti, anche se la situazione è critica e non si sa quando si potrà risolvere. Per liberare un'ambulanza si è reso necessario l'intervento dei Vigili del Fuoco, che stanno lavorando senza sosta per limitare danni e disagi. In alcuni punti, soprattutto nelle zone vicine alla costa, mare e strada sembrano un tutt'uno, l'acqua ha superato il muretto di contenimento. Soprattutto nel fosso dello Sciatalone la situazione è allarmante, con l'acqua che continua a scorrere impetuosa e non accenna a diminuire.

 

Venerdì 15 novembre, diramata allerta meteo Protezione Civile

Per oggi, venerdì 15 novembre, è stata diramata dalla Protezione Civile l'allerta meteo di codice giallo. Nella nota si precisa che sul territorio laziale si verificheranno "precipitazioni da sparse a diffuse anche a carattere di rovescio o temporale. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Inoltre si prevedono venti di burrasca con raffiche di burrasca forte dai quadranti meridionali con mareggiate lungo le coste esposte". I temporali continueranno ad abbattersi sul Lazio per le successive 36 ore, con intensità più o meno elevate a seconda delle zone.

Scuole chiuse a Civitavecchia

"Attenzione, avviso alla popolazione: dalle ore 16:00 di oggi fino alle ore 24:00 di sabato 16 novembre, il Sindaco in accordo con l'Unità di Crisi ha deciso di emettere ordinanza di chiusura delle scuole di ogni ordine e grado. La decisione è scaturita dalla criticità all'interno di alcuni locali scolastici, che con la pausa di ripristineranno le aule bisognose". Questa mattina le scuole erano rimaste aperte, ma a seguito del tremendo nubifragio è stato deciso di chiudere tutti gli istituti.

Inagibili le due sale operatorie dell'ospedale San Paolo

A seguito delle condizioni straordinarie di maltempo che hanno investito Civitavecchia, le due sale operatorie situate al quarto piano dell'ospedale San Paolo sono state rese inagibili dalla pioggia. Le emergenze e le urgenze saranno spostate nell'altra ala dell'ospedale. C'è grande preoccupazione per la giornata di domani, dato che il nubifragio dovrebbe essere peggiore rispetto a quello di oggi. Inagibile anche il liceo Galilei, allagato stamattina: gli studenti sono stati accompagnati in pulmino dalla scuola al Palazzetto dello Sport.

Fiumicino, volano in strada pezzi del Palazzetto dello Sport. Scuole chiuse a Focene

A Fiumicino, invece, il forte vento ha staccato alcuni pezzi del Palazzetto dello Sport, che stanno volando su viale Danubio. Lo ha annunciato l'assessore ai lavori pubblici Angelo Caroccia. "Ai fini della sicurezza, finché durerà il forte vento il tratto di viale Danubio di fronte al palazzetto rimarrà chiuso al traffico. Anche la linea Cotral subirà una leggera modifica nel suo percorso". A causa del maltempo si sono verificati inoltre dei malfunzionamenti all'impianto elettrico delle scuole di Focene. "Per questo, di concerto con le dirigenze scolastiche, abbiamo scelto di rimandare a casa i bambini – ha dichiarato l'assessore Paolo Calicchio – Non c'è alcun problema di sicurezza degli istituti, ma semplicemente di vivibilità per via del fatto che diverse luci non funzionavano o funzionavano male. I tecnici sono già a lavoro per riparare i guasti e ripristinare il corretto funzionamento degli impianti".