Nando Iori
in foto: Nando Iori

Nando Iori, 86 anni, una vita passata a fare il bagnino e in seguito il tassista. Nel secondo dopoguerra era uno di quelli che contribuirono a creare Lavinio, litorale nord di Anzio. Ieri l'anziano pensionato è stato travolto dal suo taxi, una vecchia Fiat Punto. Si trovava all'interno del suo garage quando è stato travolto dalla vettura. Forse, queste le prime ricostruzioni delle forze dell'ordine, aveva azionato male il freno a mano. A dare l'allarme è stata la moglie dell'uomo, che ha dato l'allarme.

Il sindaco di Anzio De Angelis: "Con Nando se ne va un pezzo di storia di Lavinio"

I poliziotti del commissariato di Anzio hanno trovato il marito incastrato sotto l'automobile, ancora vivo. Trasportato d'urgenza all'ospedale Riuniti di Anzio, le ferite provocate dallo schiacciamento si sono rivelate troppo gravi per essere curate dai medici del pronto soccorso. L'uomo avrebbe cercato in tutti i modi di fermare l'automobile, ma è stato travolto dal peso della vettura. Tanti anni fa aveva contribuito a fondare lo stabilimento Miramare, ancora attivo a Lavinio e conosciuto da tantissimi. Come da tanti era conosciuto Nando. "Sono vicino al dolore della famiglia Iori per la perdita. Con lui se ne va un pezzo di storia di Lavinio, visto che la sua fu una delle prime famiglie a insediarsi in zona. Esprimo cordoglio a nome di tutta la città", ha dichiarato a LatinaOggi il sindaco di Anzio, Candido De Angelis.