Aveva 94 anni Italo Santucci, fondatore dello storico ristorante Il Caminetto di viale Parioli. Sempre sorridente, alla mano, e pronto a sfornare una delle sue mitiche amatriciane, si è spento stanotte dopo una vita passata tra i fornelli del suo amato locale, frequentato soprattutto dai residenti di Roma Nord ma anche da tante persone che giungevano da ogni parte della capitale per assaggiare i suoi manicaretti. Non solo: quello di Italo Santucci era un ristorante amato particolarmente dalle star. Tra i suoi tavolo si sono seduti il grande Robert De Niro, il regista Roberto Rossellini, Carlo Verdone e il patron di Microsoft Bill Gates. Se si passava per Roma, Il Caminetto era una tappa obbligata. Tante le macchine in doppia fila per un pranzo al ristorante, con Italo Santucci sempre in prima fila per accogliere i suoi clienti, che fossero famosi o meno.

Le esequie di Italo Santucci si terranno oggi nella chiesa di piazza Euclide. Il ristorante rimarrà chiuso a pranzo in segno di lutto, ma sarà aperto a cena. "Ricordiamo il Signor Italo così, sempre sorridente e disponibile – il ricordo dello staff del ristorante – Ora preparerà la sua paglia e fieno alla postarola agli angeli". "Che la terra gli sia lieve – scrive un cliente – Se ne va un gran signore, un pezzo della vita di tutti noi cresciuti al Caminetto". Aperto dal 1959, il Caminetto ha vissuto un periodo di crisi economica dal quale si è ripreso poi velocemente. Ora continua ad allietare i pranzi e le cene dei romani: da oggi in poi, continuerà a farlo, con il ricordo del sorriso del signor Italo che passa felice tra i suoi tavoli per salutare i clienti.