Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Un ragazzo di 20 anni è stato messo agli arresti domiciliari insieme alla madre, una donna di 40 anni, con l'accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Tutto è cominciato quando la donna è andata dai carabinieri della Compagnia di Frascati a denunciare la scomparsa del figlio, che da più di 24 ore era scomparso e irraggiungibile al cellulare. Preoccupata che gli fosse accaduto qualcosa, si è allora rivolta alle forze dell'ordine chiedendogli di trovarlo. Cosa che effettivamente è successa, ma la vicenda non ha avuto un lieto fine come ci si aspetterebbe in casi del genere. Il 20enne è stato ritrovato in buone condizioni a casa di un'amica a Frascati e non si era preoccupato di dire alla madre dove fosse. Ma, dato che alla vista delle forze dell'ordine ha iniziato ad avere un atteggiamento nervoso, i militari hanno deciso di perquisirlo.

Denuncia scomparsa del figlio, trovato con 700gr di hashish: entrambi ai domiciliari

Il ragazzo è stato trovato in possesso di alcuni grammi di hashish, quindi la perquisizione è poi continuata nell'abitazione che il giovane divide con la andare a Monte Porzio Catone. All'interno dell'appartamento sono stati trovati sei panetti di hashish, quattro della camera del ragazzo e due nascosti nella tasca di un cappotto della madre, per un totale di 700 grammi. Oltre al fumo, in casa c'erano anche gli strumenti per confezionare le dosi pronte per la vendita. I carabinieri della stazione di Frascati hanno messo sia la madre sia il figlio agli arresti domiciliari, in attesa del rito direttissimo cui saranno sottoposti nei prossimi giorni. Non si sa se la donna fosse a conoscenza del fatto che il figlio avesse messo due panetti nel suo cappotto o no. Per questo bisognerà attendere il processo.