Quello delle scale mobili della metro Repubblica sta diventando un vero e proprio caso. Secondo le ultime informazioni disponibili, le scale mobili dove si è verificato l'incidente dovrebbero riaprire a ottobre, praticamente a distanza di un anno dai fatti del 23 ottobre 2018. Un anno per riparare due scale mobili, un anno che ha portato i commercianti soprattutto a protestare per l'ingente danno economico causato dai lavori bloccati. La fermata è stata poi riaperta, ma le due scale mobili incidentate ancora non funzionano, tanto che sono in molti adesso a chiedersi se Repubblica non potesse riaprire prima a questo punto. Alla stazione sono quattro le scale mobili aperte, ma quella crollata e la sua vicina sono ancora chiuse. Atac assicura che servirà ‘solo' qualche settimana di lavori.

Metro Repubblica, un anno per riparare la scala mobile

Secondo Atac la riapertura delle scale della metro sarebbe vicina. Eppure gran parte degli operai sono attualmente concentrati sulla stazione di Barberini, ancora chiusa al pubblico. La fermata è stata sequestrata a marzo, e dovrebbe tornare attiva a novembre. Anche se chiaramente non se ne può avere la certezza visto quanto successo con le altre stazioni metro che per mesi sono state chiuse al pubblico, causando gravi disagi alla popolazione e soprattutto ai pendolari che prendono la metro per lavoro. La fermata di Repubblica in particolare si trova al centro di un'inchiesta aperta dalla Procura: il 12 settembre sono stati sospesi quattro dipendenti Atac, mentre in undici sono stati iscritti nel registro degli indagati per l'incidente del 23 ottobre 2018 e che ha causato numerosi feriti tra i tifosi del CSKA Mosca, giunti a Roma per la partita di calcio. Inizialmente si puntò il dito contro di loro, ma ben presto la verità venne a galla.