Foto La Presse
in foto: Foto La Presse

Tutti in un modo o nell'altro hanno avuto l'istinto di copiare agli esami, in particolare a quelli di maturità, con tutti i rischi che ne conseguono. Ne sa qualcosa una ragazza del liceo scientifico Grassi di Latina, ma sfortunatamente per lei  è stata colta in flagrante, proprio mentre stava con lo sguardo fisso sullo schermo del telefonino nascosto nella tasca e non consegnato alla commissione. La studentessa è stata sorpresa dai docenti durante la seconda prova di matematica e fisica mentre stava digitando qualcosa sul proprio cellulare, fermando la ragazza e sospendendo momentaneamente il suo esame. Tuttavia i professori non hanno proceduto secondo la prassi, impacchettando l'aggeggio e facendo uscire la ragazza dall'aula, ma si sono fatti prendere dalla voglia di visionare il contenuto della chat che la giovane stava controllando in quel momento. All'interno della conversazione, dove erano presenti altri studenti della stessa classe, sarebbero state trovate le soluzioni della prova di matematica, ma nessuno aveva fatto in tempo a visualizzare il tutto. La tensione ha cominciato a circolare tra tutti i maturandi coinvolti nella prova, ma alla fine l'intera commissione ha deciso di far proseguire l'esame senza escludere nessuno, sia per non incidere sugli studenti ignari della vicenda sia perché nessuno aveva avuto modo di visionare l'esito corretto della prova d'esame.

Nella seconda prova di maturità si è copiato molto di più che nella prima

La tensione degli studenti di affrontare gli esami di maturità è risaputa da tempo, ma in base ad alcuni dati quest'anno la nuova modalità con la quale si affronta la maturità ha spaventato la maggior parte dei maturandi, che hanno fatto registrare un aumento delle copiature rispetto a quelle dell'anno scorso. Il nuovo metodo d'esame ha terrorizzato molti, fino alla copiatura dovuta all'ansia dell'ultimo scritto della carriera liceale degli studenti.