"Elemosiniere attacca la luce a 300 occupanti abusivi? Ma allora tutti gli italiani che pagano bollette, mutui, stanno in case popolari sono fessi?". Queste le parole dette da Matteo Salvini in relazione alla decisione dell'elemosiniere del Papa di riattaccare la corrente elettrica a Spin Time Labs, lo stabile occupato da 450 persone in via Santa Croce in Gerusalemme. "Sto raccogliendo elementi, ho sentito il Comune, la prefettura e la questura – dichiara ancora il ministro dell'Interno in un comizio tenuto a Cuneo – C'è questo palazzo occupato a Roma dove ci stavano 3-400 persone che non pagavano le bollette e quindi giustamente la società che gestisce l'elettricità ha staccato la corrente perché le persone che lo occupavano abusivamente avevano accumulato un debito di 300 mila euro. È arrivato un alto esponente del Vaticano, l'Elemosiniere del Santo Padre e ha riattaccato la luce. Io conto che dopo aver riattaccato la luce adesso paghi anche i 300 mila euro di bollette arretrate. A proposito di diritti e doveri, penso che voi tutti, magari facendo dei sacrifici, le bollette le pagate. Se c'è qualcuno in grado di pagare le bollette di milioni di italiani in difficoltà noi siamo felici e aspettiamo la sua disponibilità economica. Se si paga per chi occupa un palazzo abusivamente, allora che si paghi per tutti gli italiani che ne hanno bisogno. Mi sembra un ragionamento normale, rispettoso, cristiano".

L'Elemosiniere del Papa: "Non mi pento, pronto a conseguenze"

L'Elemosiniere di Papa Francesco, il cardinale Konrad Krajewski, ha riattaccato domenica la corrente elettrica a Spin Time Labs, occupazione dove vivono circa 450 persone, tra cui numerose famiglie con bambini. Qualche giorno fa, gli era stata staccata la luce. Secondo quanto riferito dalle persone che abitano all'interno del palazzo, la scorsa notte, dopo l'intervento del cardinale, la società che gestisce la corrente elettrica ha provato a staccare nuovamente la corrente. "Sono pronto ad ogni conseguenza, sono consapevole di tutto, sono convinto. Ma intanto in 500 ora hanno luce e acqua calda – ha commentato all'Agi l'elemosiniere del Papa – Sa che oggi è la domenica del Buon Pastore nella liturgia della Chiesa? Bene, almeno in questa giornata hanno luce e acqua calda. Il Papa ha baciato i piedi di persone umili, Gesù duemila anni fa ha baciato i piedi degli apostoli: se qualcuno vuol capire, ha tutte le possibilità per farlo. In questa Domenica del Buon Pastore tutti, anche i ricchi, hanno gli stessi diritti. Il resto non conta davvero".