L’omicidio di Marco Vannini
in foto: L’omicidio di Marco Vannini

È una registrazione shock quella mandata in onda ieri sera durante la puntata di Chi l'ha Visto. Nella trasmissione condotta da Federica Sciarelli è stata fatta ascoltare una conversazione tra Izzo e Amadori, rispettivamente comandante e brigadiere dei carabinieri i cui nomi sono saltati fuori nel caso di Marco Vannini. La registrazione riguarda una conversazione avvenuta in caserma, in cui i due si esprimono con parole molto forti su un caso di tentato suicidio avvenuto in città e in cui era stato richiesto l'intervento di Izzo. "… è il padre di quel ragazzo che pure sta agli arresti domiciliari… gliel’ha rotta la testa alla figlia?". A pronunciare queste parole è Roberto Izzo. Alla sua frase, segue la risposta di Amadori: "Sì, l’ha spaccata. Però non si sa in che condizioni sta".

Ancora Izzo: "Speriamo che muore! La figlia. E lui lo arrestiamo e così abbiamo risolto i nostri problemi. Questa è quella ragazza che praticamente ci sta creando più problemi lei quando si ‘mbriaca e compagnia bella…Sì però… gli dobbiamo da’ ‘na medaglia. Gliela dobbiamo da’ ‘na medaglia… capito? Se gli ha rotto la testa alla figlia". E Amadori: "Ma gliene do due io, una qui e una gliela dà il carcere". "Una sera questa si voleva buttare dal cavalcavia, ha creato un problema non indifferente. Sono arrivate due ambulanze, i vigili del fuoco, due pattuglie dei carabinieri. Non ci ho visto più, l'ho presa per i capelli, le ho messo una mano sotto al culo e l'ho lanciata nell'ambulanza". Il comandante Izzo era stato accusato dal commerciante Davide Vannicola di aver coperto il figlio Federico: sarebbe stato lui, secondo Vannicola, a sparare a Marco. Recente è invece la notizia che la Procura di Civitavecchia ha archiviato le indagini nei suoi confronti.