Sabato 23 marzo, a Roma, è attesa la Marcia per il clima, la manifestazione che si stima porterà in piazza migliaia di persone. Pullman arriveranno da tutta Italia e presidi in luoghi nevralgici della capitale avranno luogo sin dalle prime ore del mattino. Vista la grande quantità di persone previste per la giornata del 23 marzo, molte strade saranno chiuse al traffico e gli autobus deviati per garantire l'affluenza della manifestazione. La Marcia per il Clima partirà da piazza della Repubblica alle 14, mentre alle 10 del mattino ci sarà una manifestazione contro le grandi opere davanti al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti. Il corteo partirà alle 14 da piazza della Repubblica e sfilerà per viale Einaudi, piazza dei Cinquecento, via Cavour, piazza dell'Esquilino, via Liberiana, piazza di Santa Maria Maggiore, via Merulana, via dello Statuto, piazza Vittorio Emanuele II e via Emanuele Filiberto. Si concluderà in piazza San Giovanni verso le 20 circa.

Marcia per il clima, limiti e deviazioni di bus e tram

Le strade in cui è previsto il passaggio della Marcia per il Clima saranno ovviamente chiuse alle macchine e ai ciclomotori: chi si deve muovere per Roma, quindi, è bene che intraprenda percorsi alternativi e distanti dal corteo, in modo da non rimanere imbottigliato nel traffico. A subire deviazioni e limiti di percorso saranno le linee di tram 3, 5 e 14, e gli autobus C3, H, 16, 40, 50, 51, 60, 64, 66, 70, 71, 75, 81, 82, 85, 87, 92, 105, 170, 218, 360, 590, 649, 650, 665, 714, 792 e 910. Non sarà possibile parcheggiare – pena la rimozione forzata – su via Quinto Publicio e via Walter Procaccini. In quelle vie, infatti, si dovranno fermare i 180 pullman che arriveranno da tutta Italia per la Marcia per il Clima.