@greg_palt @gabrydetti vi sfido in un 50 stile!! Quando volete 👊🏻

A post shared by Manuelmateo (@manuelmateo_) on

Manuel Bortuzzo torna a nuotare in piscina
in foto: Manuel Bortuzzo torna a nuotare in piscina

Manuel Bortuzzo è tornato a nuotare in piscina e sul "serio" come scrive in un post Facebook papà Franco. L'atleta 20enne rimasto paralizzato lo scorso febbraio a seguito di una sparatoria nel quartiere Axa a Roma è di nuovo in vasca. Le immagini emozionanti riprese e pubblicate sui suoi social network lo immortalano mentre con determinazione avanza in acqua, bracciata dopo bracciata, attento allo stile. Tantissimi i commenti dei fan e le condivisioni del video. Bortuzzo non contento di farsi vedere preparato a riprendere a pieno ritmo i suoi allenamenti, con una prestazione sportiva invidiabile, ha lanciato una sfida a Gabriele Detti e a Gregorio Paltrinieri, campioni di nuoto a livello mondiale. "Vi sfido in un 50 stile, quando volete" ha scritto il ragazzo, con la grinta che lo rappresenta. Non si è fatta attendere la risposta dei due campioni, che hanno accolto la gara, con grande ammirazione della sua nuotata. Entusiasta per i progressi, il papà di Manuel, che facendo seguito ai commenti sotto al video del figlio ha scritto: "Oggi è una giornata storica, si inizia la guerra".

Lorenzo Marinelli e Daniel Bazzano scelgono il rito abbreviato

Lorenzo Marinelli e Daniel Bazzano, i due ragazzi di 24 anni di Acilia ritenuti responsabili del ferimento di Manuel Bortuzzo, facendogli perdere l'uso delle gambe, hanno scelto di essere processati con il rito abbreviato. In questo modo otterranno uno sconto di pena e rischiano una condanna massima a vent’anni di carcere per duplice tentato omicidio aggravato per aver agito per motivi abietti e futili. Lunedì 8 luglio si è svolta la prima udienza davanti al giudice per le indagini preliminari.