È in corso oggi a Roma – domenica 23 febbraio la manifestazione per la sicurezza stradale promossa da oltre duecentocinquanta associazioni, con il patrocinio del CONI, di ACI – Automobile Club d’Italia e della Federazione Ciclistica Italiana. I manifestanti sfileranno dal Colosseo al Pantheon per chiedere maggiore sicurezza sulle strade e politiche pubbliche che incentivino la cultura della sicurezza, ma soprattutto la mobilità dolce e il trasporto pubblico.

"Rispettiamoci in strada" è il nome dell'appuntamento, e anche di un manifesto che i promotori consegneranno alle istituzioni. "Degrado, soprattutto etico e disinteresse, stanno generando un logoramento insostenibile della nostra convivenza civile. si legge –  La principale causa di tante assurde morti sulle strade dipende da questo. È importante sanare la causa per evitare queste tragiche conseguenze e lo si deve fare con il rispetto. Rispettare consente di pretendere rispetto da parte di tutti. Soprattutto ai giovani serve crescere in un contesto che recuperi e faccia propria questa semplice ma essenziale parola: rispetto.

"Il rispetto sulle strade tra tutti coloro che le utilizzano, siano essi automobilisti, pedoni, ciclisti, motociclisti, salverà vite, educherà giovani e non, ci restituirà una migliore qualità della vita, ci farà concentrare sui valori che contano. Le nostre città sono oggi invivibili a causa di una folle distorsione del loro utilizzo che ne ha snaturato la finalità: la convivenza pacifica tra ogni suo abitante. Non interessa additare colpevoli e stigmatizzare condotte sbagliate ma sradicare, tutti assieme, la causa di certi comportamenti".