L'ondata di straordinario maltempo che si è abbattuta su Roma dal 29 al 30 ottobre scorso, ha provocato ingenti danni: allagamenti, alberi caduti su auto e palazzi e così via. Ora sono stati stanziati i primi fondi per le regioni maggiormente colpite nello specifico frangente da temporali, grandine e raffiche di vento, e per cui è stato riconosciuto dal Governo lo stato di emergenza. Alla Regione Lazio sono stati destinati al momento 3 milioni di euro, un fondo che potrà accrescersi in caso le richieste di risarcimento ritenuto valide ammontino a una cifra più alta.

"Il piano degli interventi è strutturato in due sezioni: (A) di prima emergenza e (B) di immediato sostegno al tessuto economico e sociale.  – si legge in una nota di Roma Capitale – Con riferimento al piano B, destinato ai privati, il ristoro massimo previsto per i danni subiti alle abitazioni principali è di € 5.000,00, mentre per le attività economiche ammonta a € 20.000,00". Fondamentale per accedere al fondo, è la possibilità di poter stabilire con certezza un nesso diretto di causalità tra il danno alla base della richiesta e gli eventi meteorologici in questione.

Le richieste di risarcimento dovranno pervenire entro e non oltre il prossimo 9 dicembre via pec o recandosi negli uffici della Protezione Civile di Roma Capitale in piazza di Porta Metronia 2, dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 12.30 e il giovedì anche dalle 14.00 alle 16.00. La Protezione Civile ha messo a disposizione dei cittadini una pagina web in cui sono presenti tutti i riferimenti normativi, i moduli necessari a fare richieste e gli indirizzi utili.