La statua del dio Nettuno ad Ostia, prima e dopo le mareggiate di questi giorni. [Foto dalla pagina Facebook "La Mia Ostia"]
in foto: La statua del dio Nettuno ad Ostia, prima e dopo le mareggiate di questi giorni. [Foto dalla pagina Facebook "La Mia Ostia"]

Le violente mareggiate di queste ore non hanno risparmiato neanche il dio del mare: ad Ostia, infatti, la statua di Nettuno è stata travolta dalle onde, finendo per affondare in acqua. La statua, apparsa lo scorso marzo sulla scogliera del Pontile di Ostia opera di artisti sconosciuti, è stata letteralmente abbattuta dalla furia delle onde, nonostante fosse ancorata con cinghie di acciaio e cementata sulla linea della scogliera stessa, un centinaio di metri a lato del pontile. Lineamenti classici, un possente tridente, e la classica posa di "dominio" del mare: il dio Nettuno, che "ereditava" il ruolo del suo equivalente greco Poseidone, era noto per essere la divinità del mare, delle correnti e delle tempeste, diventando così il dio favorito dei marinai.

E per ironia della sorta, proprio le correnti e le tempeste di questi giorni ne hanno abbattuto la statua sul litorale di Ostia. Un destino analogo a quello che toccò, nel 2017, ad una statua della dea Venere, installata nel 2014. Anche in quel caso, alcuni ignoti avevano posizionato una statua della dea della bellezza in quel caso sul Pontiletto dei Pescatori in via delle Sirene ad Ostia: ma dopo tre anni, una violenta tempesta la distrusse. Per due anni, ad Ostia non si erano viste altre statue, finché nel marzo di quest'anno non era apparsa quella di Nettuno, inghiottita quest'oggi dalla furia delle onde come già era capitato all'altra divinità romana.