Massimo Marino (Facebook)
in foto: Massimo Marino (Facebook)

L'annuncio è arrivato con un post su Facebook dalla compagna Miria: Massimo Marino è morto. Noto personaggio delle emittenti locali romane, il 59enne era diventato un vero e proprio simbolo della tv e della notte grazie al rotocalco Viviroma nato nel 1995 dopo il successo dell'omonima rivista free press fondata nel 1989: una sorta di approfondimento sulla vita notturna romana. Di volta in volta col suo fare unico Marino presentava locali, serata, modelle e gestori delle discoteche. Tante le sue frasi cult riprese dai fan che col tempo si sono trasformate in dei veri e propri tormentoni come il saluto prima del lancio della pubblicità "A frappè" o anche il sempreverde "Bella fratè".

Massimo Marino: una vita col sorriso tra tv, cinema e politica

Una lunga carriera quella di Marino che in passato ha anche provato a costruirsi uno spazio in politica, candidandosi sia alle elezioni regionale sia a quelle comunali, sostenendo i nomi di Rutelli e di Veltroni. Celebri invece i suoi ruoli in alcuni film, tra i quali il più amato e apprezzato resta quello accanto a Carlo Verdone nella pellicola del 2008 "Grande Grosso… e Verdone". Nonostante la malattia contro la quale combatteva da tempo, Massimo ha continuato a condurre il suo noto programma e fino all'ultimo ha voluto condividere la sua simpatia col pubblico che lo amava e supportava apprezzandone la genuinità. "Un'anima meravigliosa ci ha lasciato – ha scritto la compagna – rimane un vuoto incolmabile per me, per la famiglia e per tutti quelli che lo hanno amato, ma so che avrebbe voluto un epilogo leggero come nel suo stile di persona solare e positiva e quindi mi sento di chiudere con uno dei suoi slogan più conosciuti: bella fratè, enjoy!"