Luca Barbareschi
in foto: Luca Barbareschi

L'attore Luca Barbareschi, riporta Giulio De Santis sul Corriere della Sera, è indagato per essersi impossessato di poltrone, sipari, condizionatori e moquette di proprietà della Nuova Teatro Eliseo, approfittando della situazione prossima al fallimento della società. L'accusa sarebbe quella di distrazione, che si verifica qualcuno distrae o nasconde beni dell'azienda per arricchire se stesso. Prima di diventare direttore artistico dell'Eliseo, Barbareschi avrebbe sottratto oggetti dal valore complessivo di oltre 800mila euro. Per ora Barbareschi è soltanto indagato, ma prossimamente i pm dovranno decidere se richiedere o meno il rinvio a giudizio per l'attore al gip.

Già chiesto rinvio a giudizio per traffico di influenze

Per la gestione dell'Eliseo, tra l'altro, la procura ha già chiesto il rinvio a giudizio per traffico d’influenze. Cioè Barbareschi avrebbe fatto pressioni per ottenere un finanziamento di quattro milioni di euro. Nella primavera del 2017, secondo i pm, Barbareschi avrebbe fatto pressione sulle istituzioni per inserire il finanziamento nella manovra di bilancio di quell'anno, cosa che effettivamente avvenne e per la quale altri teatri romani protestarono.

Per il fallimento della società Nuova Teatro Eliseo sono indagati per bancarotta fraudolenta i tre soci che erano a capo prima dell'ingresso di Barbareschi come direttore del teatro di via Nazionale. Proprio nel periodo di crisi di questa società, Barbareschi avrebbe sottratto per sé gli arredi del teatro.