La sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha annunciato che lo stadio della Roma a Tor di Valle si farà. "Vi diciamo subito che lo stadio si fa", ha detto la prima cittadina durante la conferenza stampa di presentazione del progetto Stadio della Roma in Campidoglio e della relazione del Politecnico di Torino sui flussi di traffico vicino allo stadio, che evidentemente ha sciolto gli ultimi dubbi dell'amministrazione capitolina in merito alla fattibilità del progetto. "Il parere del Politecnico di Torino è positivo", ha annunciato la sindaca.

Stadio della Roma, cantieri entro l'anno

Queste le parole della sindaca Raggi: "Siamo qui per illustrare la relazione sullo Stadio di Tor di Valle. Iniziamo annunciando che lo stadio si farà e che i proponenti, se vorranno, potranno aprire i cantieri già quest'anno. È un progetto ambizioso che porterà un miliardo di investimenti per la nostra città e per il quadrante. Lavoro, benessere e riqualificazione di un'area che è degradata. Circa 500 mila cittadini beneficeranno di servizi e infrastrutture. Lo stadio sarà un catalizzatore di interventi già inseriti nel nostro piano urbano e nel progetto che abbiamo definito cura del Ferro. Il taglio delle cubature non va a impattare sui servizi, per questo l'opera mantiene l'utilità pubblica che sostiene le motivazioni di un'opera così importante. Non ero obbligata a richiedere questo parere che è andato a rivedere un progetto già approvato in conferenza dei servizi. Questo parere esterno ci rassicura, è un altro via libera. Il parere sarà pubblicato oggi".

"Buona notizia per Roma e per tutti gli sportivi italiani. C'è assoluto bisogno di stadi nuovi, moderni e sicuri. Finalmente un'area degradata della città tornerà a vivere", ha commentato il vicepresidente del Consiglio Matteo Salvini.

Il Politecnico: "Problema trasporti può essere risolto"

Il problema traffico, viabilità e trasporto pubblico nell'area di Tor di Valle c'è, esiste, ma "Roma ne è consapevole e c'è anche la soluzione nel Pums (il piano urbano della mobilità sostenibile di Roma) che e' in fase di avanzata elaborazione", ha detto Bruno Della Chiara, docente del Politecnico di Torino e responsabile della relazione chiesta dall'amministrazione Raggi. Secondo Della Chiara le soluzioni sono da ritrovare nell'offerta plurimodale ferroviaria, pedonale ciclabile e di sharing mobility. "Nella misura in cui queste azioni verranno attuate prima della messa in esercizio dello Stadio", precisa il prof.  "Noi abbiamo lavorato su due campi: analisi e ricetta non c'è stata nessuna ingerenza. Nell'analisi abbiamo visto che il problema c'era nella ricetta che si può risolvere con un'offerta plurimodale", spiega ancora il professore.

Baldissoni: "Ora via alla costruzione"

"È il momento ormai, dopo tutto il tempo speso su questo progetto, che la città abbia la possibilità di vedere un investimento di tale portata e che la Roma posso effettivamente lavorare alla costruzione. Sapete da quanto tempo stiamo lavorando su questo progetto con l'amministrazione, questo passaggio era fuori dalla procedura e non aveva un valore giuridico ma più che altro mediatico politico. Ci attendevamo un esito positivo", ha commentato il vicepresidente esecutivo della Roma, Mauro Baldissoni, a margine della conferenza stampa tenuta dalla sindaca Raggi.