Il Movimento 5 Stelle vince ad Ostia con il 60% dei voti.

Il Movimento 5 Stelle vince ad Ostia con il 60% dei voti

Quando mancano circa 40 sezioni da scrutinare è ormai certa la vittoria Giuliana Di Pillo. La candidata del Movimento 5 Stelle sarà il nuovo sindaco del Municipio di Ostia. Eletta con il 60% dei voti è riuscita a distaccare la Picca, candidata per il centrodestra. A questo punto non manca che la telefonata di rito da parte della sconfitta per sancire la fine di una sfida elettorale marcata da polemiche che hanno portato Ostia alla ribalta nazionale.


Ostia, arrivani i primi dati ufficiali: Di Pillo (M5s) avanti col 60,1%

Ostia, arrivani i primi dati ufficiali: Di Pillo (M5s) avanti col 60,1%

La candidata del Movimento 5 Stelle è avanti nei primi dati ufficiali. A Ostia la Di Pillo sopravanza la Picca. Con 92 sezioni su 183, la candidata M5S Giuliana Di Pillo è in vantaggio con il 60,1%. Monica Picca, del centrodestra, è ferma al 39,9%.


Affluenza definitiva: 33,6%

Arriva l'affluenza definitiva per l'elezione del "sindaco" della X municipalità di Roma. A Ostia l'affluenza è stata del 33,6%, ovvero 3 punti percentuale in meno rispetto al primo turno


Ballottaggio Ostia: chiusi i seggi, iniziato lo spoglio.

Ballottaggio Ostia: chiusi i seggi, iniziato lo spoglio

Si sono ufficialmente chiusi alle 23 i seggi per votare il Presidente del X Municipio di Roma, quello che comprende anche il territorio di Ostia. In attesa del dato finale sull'affluenza, che nelle due rilevazioni alle ore 12 e 19 aveva fatto registrare un calo di circa due punti percentuali rispetto al primo turno di due settimane fa, sono iniziate le operazioni di spoglio. Sulla sezione del sito istituzionale del Comune di Roma relativa alle elezioni si legge infatti che le "operazioni relative allo scrutinio dei voti hanno inizio immediatamente dopo la chiusura e pertanto si prevede che i primi risultati relativi ai voti saranno disponibili successivamente alla chiusura dei seggi". A sfidarsi per la presidenza del Municipio sono le due candidate Giuliana Di Pillo del Movimento 5 Stelle e Monica Picca del centrodestra.


Elezioni Ostia, affluenza sempre in calo: alle 19 ha votato il 26,4 per cento.

Elezioni Ostia, affluenza sempre in calo: alle 19 ha votato il 26,4 per cento

I nuovi dati sull'affluenza al voto per il presidente del X Municipio di Roma certificano il calo dei votanti rispetto a due settimane fa. Alle 19 ha votato il 26,4 per cento degli aventi diritto: un calo di oltre due punti percentuali rispetto al primo turno, quando allo stesso orario aveva votato il 28,7 per cento degli elettori.


.

in foto: Monica Picca e Giuliana Di Pillo al voto questa mattina

Si torna votare oggi a Ostia e quartieri limitrofi per il secondo turno valido per il rinnovo del consiglio del X Municipio e per l'elezione del nuovo presidente. O meglio della nuova presidente, perché la sfida a due anni dal commissariamento per mafia, è tutta al femminile. Da una parte Giuliana Di Pullo del Movimento 5 stelle, dall'altra Monica Picca, che rappresenta una coalizione di centrodestra che tiene uniti Fratelli d'Italia (il suo partito di provenienza), Forza Italia, Noi con Salvini, e alcune liste civiche e forze minori.

Ancora in caduta libera il numero di votanti: alle 12.00 si erano recati alle urne solo l'8.6% degli aventi diritto. Al primo turno erano stati il 10,89%. Un'elezione quella di Ostia segnata, in particolare dopo il voto del 4 novembre, da aspre polemiche sulla presenza della criminalità organizzata e sul suo potere di condizionare le elezioni. Un dibattito deflagrato dopo l'aggressione di Roberto Spada ai danni di due giornalisti di Rai Due che gli chiedevano conto dei rapporti della sua famiglia con l'estrema destra di Casa Pound, che qui sul litorale ha conseguito un exploit elettorale, incassando il 9% dei consensi al primo turno.

Alcuni giorni il comitato straordinario per l'ordine pubblico e la sicurezza proprio ad Ostia, alla presenza del ministro dell'Interno Marco Minniti, che di concerto con le autorità locali, la prefettura e la sindaca Raggi ha disposto servizi straordinario di monitoraggio dei seggi e delle operazioni di spoglio, con tanto di agenti in borghese a vigilare sulla regolarità delle operazioni.