Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

Una passione evidentemente irrefrenabile per le bollicine lo ha tradito e gli costerà l'ennesimo arresto. Un ragazzo romano costretto ai domiciliari è uscito di casa, e tecnicamente è quindi evaso, solo per comprare tre bottiglie di una nota marca di champagne. Ieri mattina, in seguito a una segnalazione di allontanamento inviata automaticamente da un braccialetto elettronico, i carabinieri del nucleo operativo della Compagnia di Roma Piazza Dante, sono intervenuti all'interno di un negozio a villa Gordiani, periferia est della Capitale, e hanno arrestato il 31enne, appartenente alla nota famiglia rom dei Bevilacqua e già con numerosi precedenti alle spalle.

Dovrà rispondere di evasione e furto aggravato

Stando a quanto si legge sul comunicato dei militari, i carabinieri sono arrivati al supermercato di via Pisino, da dove proveniva l'allarme, e hanno bloccato l'evaso. Con sé aveva, per l'appunto, ben tre bottiglie di una nota marca di champagne dal valore complessivo di oltre 100 euro. Alle bottiglie aveva già staccato le placche antitaccheggio e le aveva nascoste all'interno di una borsa. Il ragazzo dovrà rispondere delle accuse di evasione e furto aggravato. Perché sia evaso dai domiciliari soltanto per comprare tre bottiglie di champagne è una circostanza che ancora non è stata chiarita dagli investigatori. È stato accompagno in caserma, dove è stato trattenuto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa del rito direttissimo. Possibile che questa volta per lui scatti il carcere.