Un busto ritrovato in via Alessandrina
in foto: Un busto ritrovato in via Alessandrina

Gli scavi di via Alessandrina continuano a regalare sorprese. Questa mattina è stato portato alla luce un busto di età romana, dopo che nei mesi scorsi era stata ritrovata una testa di una statua di Dioniso. "Ne sapremo di più dopo gli approfondimenti degli archeologi, intanto a loro va un grande grazie", ha commentato il vicesindaco di Roma, Luca Bergamo.  "Le meraviglie della Roma antica. Scoperto un busto grazie all'attento lavoro della Sovrintendenza capitolina. Roma non smette mai di stupire", ha commentato la sindaca Virginia Raggi.

Il ritrovamento della testa di Dioniso

Lo scorso maggio, sempre nel cantiere di via Alessandrina a due passi dal Campidoglio, era stata portata alla luce una testa di una statua, probabilmente una divinità maschile e nello specifico Dioniso. Aveva infatti cintura decorata con un fiore tipicamente dionisiaco, il corimbo, e dell'edera. Gli archeologi hanno spiegato che gli occhi cavi erano riempiti con pasta di vetro o pietre preziose, dettaglio che fa ricondurre la statua ai primi secoli dell'impero. La testa è stata poi trasferita al Museo dei Fori Imperiali, ai Mercati di Traiano, e verrà restaurata.

"Roma sorprende e ci regala emozioni ogni giorno. Questa mattina gli archeologi della Sovrintendenza Capitolina ai Beni culturali, che ringrazio, hanno ritrovato durante gli scavi in via Alessandrina una testa di statua in marmo bianco di età imperiale in ottime condizioni di conservazione. Forse raffigurante una divinità… Una meraviglia", aveva commentato Raggi in quell'occasione.