Tempo atmosferico ballerino tra sabato e domenica, ma è questo il tempo delle sagre e nel Lazio ve ne segnaliamo cinque tra le provincie di Roma, Rieti, Frosinone e Viterbo. I sapori proposti per questo weekend del 7-8 ottobre 2017 guidano il visitatore dal salato al dolce, dalla polenta di Cassino al cioccolato di Marino. Immancabili anche i funghi, la cui nascita è prevista mediamente in occasione delle prime, violente piogge di inizio autunno. Di seguito la nostra selezione

  • Castelli di cioccolata, Marino (Roma). Dalla mattina di venerdì 6 alla sera di domenica 8 ottobre RomaChocolate animerà Marino grazie alla partecipazione di alcuni tra i più affermati maestri cioccolatieri del paese. Gli ospiti potranno così assaporare praline, bonbon, tavolette e tante altre bontà a base di cacao.
  • Sagra della patata, Leonessa (Rieti). Il 7 e l'8 ottobre le strade di Leonessa si riempiono di espositori che propongono al pubblico prodotti di artigianato e specialità, non solo locali, dell'agronomia. Non solo, poiché ovviamente si mangiano primi e secondi in cui regna la patata: gnocchi al sugo o conditi con il tartufo; salsicce alla brace, patate fritte e la specialità locale: la “rescallata”, fatta con patate lesse saltate in padella con salsiccia e pancetta.
  • Sagra della castagna, Vallerano (Viterbo). Tutti i fine settimana di ottobre a Vallerano si leva nell'aria il profumo inconfondibile e autunnale delle castagne. Questa sagra si tiene infatti il 7, 8, 14, 15, 21, 22, 28 e 29 del mese. L'evento porta i partecipanti anche a passeggio nei castagneti.
  • Sagra della polenta, Cassino (Frosinone). In località Sant'Angelo in Theodice, nella contrada Antridonati, uno degli alimenti più tradizionali del nostro paese incontra salsicce, funghi porcini e ragù. Si tratta della 39esima edizione di questa sagra che quest'anno si tiene sabato 7 e domenica 8 ottobre.
  • Sagra delle tacchie ai funghi porcini, Bellegra (Roma). Si tratta del secondo weekend dedicato al fungo nel comune di Bellegra, poiché lo stesso evento si è tenuto tra il 30 settembre e il 1 ottobre. Chi non ha colto l'occasione la scorsa settimana, può quindi approfittarne sabato 7 o domenica 8 ottobre. Le tacchie, un formato locale di pasta a base di farina, acqua e uovo, sposa il fungo porcino in uno dei "matrimoni" culinari più gustosi della regione.