Un fermo per un banale controllo è finito con un arresto e un uomo portato in carcere per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. È accaduto ieri a Latina, durante un normale posto di blocco degli agenti della Questura di Latina. I poliziotti erano al lavoro per verificare che fossero rispettate le misure dell'ultimo D.P.C.M. del Governo Conte per il contenimento dell'epidemia e hanno fermato l'uomo, che viaggiava a bordo di un vistosissimo Suv Range Rover Evoque a forte velocità. Sicuramente un personaggio che si faceva notare, ed è stato fermato per un controllo in viale Kennedy. Dagli accertamenti fatti dalle forze dell'ordine è emerso che l'uomo aveva alle spalle numerosi precedenti penali. Il suo atteggiamento molto nervoso, ha fatto decidere agli agenti di proseguire con una perquisizione più approfondita presso la sua abitazione.

In casa dell'uomo è stata trovata una busta con 100 grammi di cocaina nascosta nella tasca di una giacca all'interno dell'armadio. Nel cassetto del comodino c'erano dei ritagli in cellophane da usare per confezionare le singole dosi, un bilancino di precisione, forbici, nastro adesivo e due confezioni di bicarbonato usate per tagliare la cocaina. In una valigia, proprio nel giorno in cui sono state riaperte le palestre, sono stati trovati degli anabolizzanti illegali da iniettare nel corpo e far crescere il tono muscolare. Oltre a questi, c'erano oltre 10mila euro in contanti, ritenuti provento dell'attività di spaccio. La droga, gli anabolizzanti e i soldi sono stati sequestrati, su quest'ultimi sono in corso accertamenti. L'uomo è stato arrestato e portato nel carcere di Latina.