12 Settembre 2019
10:45

Latina, nuovo sequestro papaveri d’oppio: la droga dei braccianti indiani per sopportare la fatica

Sequestrati alla stazione di Aprilia cinque chili e mezzo di bulbi essiccati di papavero da oppio. Masticati o utilizzati per infusi, sono utilizzati dalla numerosa comunità di braccianti Sikh stabilitasi da anni nell’Agro Pontino per sopportare la fatica dello sfruttamento nei campi imposto dai caporali.
A cura di Redazione Roma

Un nuovo sequestro di bulbi di papavero da oppio è avvenuto in provincia di Latina, questa volta ad Aprilia dove i carabinieri hanno fermato lo scorso martedì 10 settembre un cittadino di nazionalità indiana di 55 anni nel corso di un apposito servizio di contrasto al traffico di stupefacenti. L'uomo è stato intercettato dai militari all'interno della stazione ferroviaria della cittadina dell'Agro Pontino. All'interno di un borsone trasportava cinquanta buste con all'interno cinque chili e mezzo di bulbi. Lo stupefacente è stato sequestrato e l'uomo arrestato con l'accusa di detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti. Il 55enne si trova ora nel carcere di Latina a disposizione dell'autorità giudiziaria.

I papaveri da oppio essiccati erano destinati alla numerosa comunità di braccianti indiani che risiede ormai da anni nell'Agro Pontino. I bulbi, masticati o utilizzati per fare degli infusi, sono utilizzati dai braccianti per resistere alla fatica del lavoro nei campi, un lavoro spesso gravemente sfruttato. E proprio la comunità sikh della provincia di Latina è stata protagonista di imponenti scioperi e mobilitazioni per chiedere migliori condizioni di lavoro organizzati assieme alla Flai CGIL. Ed è stato proprio il sindacato a denunciare più volte la diffusione di sostanze stupefacenti. È del 2014 il dossier "Doparsi per lavorare come schiavi", che già denunciava questa nuova frontiera dello sfruttamento: l'utilizzo di sostanze come i bulbi dell'oppio qui non è connesso a momenti ludici, ma alla necessità di dover sopportare turni di più di dieci ore, settimane di lavoro senza riposo, condizioni di vita durissime.

Si fingono amici di famiglia e molestano una 17enne alla fermata dell'autobus
Si fingono amici di famiglia e molestano una 17enne alla fermata dell'autobus
Covid Lazio, bollettino di giovedì 17 novembre: 3.600 nuovi casi e un morto, 1.850 contagi a Roma
Covid Lazio, bollettino di giovedì 17 novembre: 3.600 nuovi casi e un morto, 1.850 contagi a Roma
Incidente mortale sulla Pontina, ha perso la vita un uomo di 79 anni
Incidente mortale sulla Pontina, ha perso la vita un uomo di 79 anni
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni