Scene di panico a Latina, in zona Nascosa, la sera del 14 maggio. Una donna ha chiamato la polizia in preda al panico, denunciando le violenze subite da parte del convivente. L'uomo, infatti, l'aveva minacciata di morte davanti i figli e poi ha iniziato a danneggiare la sua auto, colpendola con un sasso. A quel punto la donna, non riuscendo a far ragionare il compagno, ha chiamato le forze dell'ordine che sono accorse all'appartamento. Quando le due volanti sono arrivate sul posto, hanno iniziato a raccogliere la testimonianza della 42enne, che ha raccontato le minacce e le angherie di cui era stata vittima. E, mentre gli agenti si trovavano sul posto per sentire la donna, hanno potuto assistere con i loro occhi all'ira del suo compagno. Un comportamento, quello dell'uomo, che andava avanti da diverso tempo, tanto da destare paura e terrore nella convivente.

Latina, minaccia di morte la compagna e i poliziotti: arrestato

Mentre si trovavano in casa, infatti, gli agenti hanno iniziato a sentire dei forti rumori provenire dall'esterno. Sono quindi usciti dall'abitazione e hanno visto l'uomo che colpiva ripetutamente la macchina della donna con un sasso. Alla vista dei poliziotti, invece di calmarsi, ha iniziato a inveire contro di loro, minacciandoli di morte, sempre con la pietra in mano. L'uomo si è poi allontanato, cercando di sparire per i campi: la sua fuga, però, non è durata molto ed è stato catturato senza fatica dalle forze dell'ordine dopo qualche centinaio di metri. Anche da braccato ha continuato a inveire contro gli agenti, tirando un oggetto affilato fuori dalla tasca e minacciando sempre di morte i poliziotti che l'hanno immobilizzato non senza fatica. Tanto che hanno dovuto usare uno spray per fermarlo, ammanettarlo e spingerlo nella macchina della polizia. Prima di farsi arrestare, l'uomo ha preso a calci la portiera delle forze dell'ordine, ammaccandola. È stato denunciato per maltrattamenti in famiglia, minacce, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale e adesso si trova nel carcere di Latina.