Una litigata che stava per finire in tragedia quella avvenuta ieri a Cisterna di Latina. Protagonisti della vicenda una coppia del luogo, che in tarda serata ha cominciato a discutere in maniera agitata nella loro abitazione. La situazione sarebbe poi degenerata, con l'uomo che al termine della discussione avrebbe cercato di imprigionare la donna in una stanza, provando a chiudere la porta con una chiave. La vittima tuttavia sarebbe riuscita a fuggire, calandosi dal balcone di casa grazie all'aiuto di alcuni mezzi di fortuna. La donna, grazie all'aiuto di qualche testimone, ha avuto la forza di denunciare il tutto alle forze dell'ordine, con gli agenti della Polizia di Stato che si sono recati sul posto per prestare soccorso alla vittima. Una volta arrivati alcuni di loro hanno proceduto all'arresto dell'uomo, un 49enne con precedenti alle spalle. Ora il coniuge dovrà rispondere delle accuse di maltrattamenti in famiglia.

Un'altra aggressione ai danni di una donna dopo quella avvenuta a Roma

L'aggressione ai danni della donna, con il tentativo di chiuderla a chiave in una stanza, poteva avere conseguenze ben peggiori, ma fortunatamente si è conclusa per il meglio. Un episodio analogo è avvenuto qualche giorno fa nella Capitale, che ha visto come protagonisti un uomo e la sua ex compagna, che convivevano in una casa da circa un anno. La donna è sempre stata vittima durante la relazione di raptus di gelosia e istinti di rabbia da parte dell'uomo, motivo per il quale la vittima aveva deciso di allontanarsi dall'abitazione. L'aggressore, nonostante la decisione presa dall'ex compagna, si era tuttavia presentato più volte nella casa della donna, fingendosi postino. L'uomo è stato poi fermato dalle forze dell'ordine e nei suoi confronti è scattata la sanzione di allontanamento dalla sua vecchia compagna.