Cuccioli di cane morti affogati, nel territorio della provincia di Latina. La drammatica vicenda ci porta a Sezze, nel territorio della provincia di Latina. Francesca F., una residente del posto, ha segnalato a Fanpage l'accaduto, cinque cuccioli di meticcio abbandonati in una scatola di polistirolo in via della Pace. A ritrovarli un ciclista che passava lì per caso nella tarda mattinata di sabato scorso 13 aprile. Secondo quanto denunciato dalla donna, venuta al corrente del triste episodio, i cagnolini "erano ancora vivi, ma l'uomo in sella alla bicicletta non si è fermato ad aiutarli, preferendo continuare la sua passeggiata indisturbato senza preoccuparsi di chiamare i soccorsi". Il ciclista avrebbe poi raccontato per caso di aver visto i cuccioli abbandonati ad un suo amico animalista solo la sera. "Ma erano passate già 24 ore e quando la persona si è precipitata sul posto e li ha trovati ormai senza vita, affogati dalla pioggia di questi giorni" ha detto.

"Sono morti che neanche erano nati, gettati via come spazzatura e non è stato fatto nulla per salvarli – ha detto Francesca nessuno finirà in galera per questo vile gesto". Secondo il suo racconto i cuccioli dopo essere stati strappati alla madre e abbandonati dentro a una scatola, senza ricevere soccorso, sarebbero morti annegati intrappolati nel contenitore. "Per questi piccoli c'è una mamma che li starà cercando per allattarli. Ed un padrone che dopo averli abbandonati, magari sarà andato a messa per la domenica delle Palme come se niente fosse, con la sua famiglia e i suoi bambini" è la sua dura accusa. "Perché ancora oggi i padroni di cani non provvedono a sterilizzarli se non vogliono cucciolate? – ha detto – Mi auguro che questo governo prenda presto in considerazione un'inasprimento delle pene, carcere compreso, per tutti i reati a danno degli animali".