Una donna è stata accoltellata dal compagno alle porte di Latina Scalo dopo una lite avvenuta per futili motivi. L'uomo, un 45enne di origine romena, ha colpito la 53enne – sua connazionale – alla zona lombare con un fendente alle spalle, causandole gravi lesioni interne. Trasportata in ospedale in codice rosso, ha perso un rene: l'emorragia interna, infatti, era molto grave e i chirurghi non sono riusciti a salvare l'organo durante l'intervento. L'aggressore è stato ovviamente arrestato dalla polizia con l'accusa di tentato omicidio ed è stato tradotto in carcere, dove dovrà rimanere a disposizione dell'Autorità giudiziaria. La coppia, residente a Latina Scalo da diverso tempo, era già nota alle forze dell'ordine. Il grave episodio è avvenuto giovedì sera: si tratta dell'ennesimo caso di violenza domestica che avviene nel Lazio, dove questi avvenimenti si susseguono purtroppo all'ordine del giorno.

Latina, accoltellata dal compagno perde il rene: 45enne accusato di tentato omicidio

Non si conoscono i motivi della lite che hanno portato l'uomo ad accoltellare la donna, ma sembra siano stati molto banali. Al termine della discussione, la donna si stava presumibilmente allontanando, quando il 45enne ha preso un coltello e l'ha aggredita, colpendola alle spalle. La lama le ha trafitto la zona lombare, causandole una grave emorragia interna. Sul posto sono subito accorse le ambulanze del 118 che, dopo aver prestato i primi soccorsi alla donna, l'hanno portata d'urgenza in ospedale in codice rosso. Qui è stata immediatamente operata: i medici sono riusciti a salvarla, ma la donna ha comunque perso un rene, danneggiato a causa della coltellata. L'aggressore, invece, ha tentato di darsi alla fuga: ma gli agenti del questore Carmine Belfiore lo hanno rintracciato nel centro abitato di Latina Scalo, vicino a piazza San Giuseppe, e lo hanno arrestato. Adesso si trova nella casa circondariale di via Aspromonte e dovrà rispondere dell'accusa di tentato omicidio.