Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

I carabinieri della compagnia di Civitavecchia hanno arrestato un ragazzo di 27 anni con le accuse di rapine e lesioni aggravate. Il 27enne si è presentato sotto l'abitazione della sua ex fidanzata a Ladispoli, nella provincia di Roma: qui, ha sfondato la porta dell'appartamento e ha fatto irruzione in casa. Sotto la minaccia di un coltello, il 27enne ha cominciato a picchiare la ragazza, pretendendo che gli consegnasse una somma di denaro: al rifiuto della ragazza di assecondare le sue richieste, il 27enne le ha rubato lo smartphone.

Sul posto, come detto, sono intervenuti tempestivamente i carabinieri della compagnia di Civitavecchia, che hanno prontamente bloccato il 27enne, restituendo il telefono cellulare alla ragazza. Sul posto, insieme ai militati dell'Arma, sono arrivati anche i sanitari del 118, che hanno trasportato la ragazza al più vicino ospedale per le cure del caso: i medici del Pronto Soccorso le hanno riscontrato ferite giudicate guaribili in 10 giorni. I carabinieri, invece, hanno arrestato il 27enne con le accuse di rapine e lesioni aggravate: il ragazzo, dopo le formalità di rito, su disposizione dell'Autorità Giudiziaria competente è stato portato nel carcere di Civitavecchia.