A Fregene la spiaggia non esiste praticamente più. Ormai, soprattutto nella zona a sud della frazione di Fiumicino, gli stabilimenti affacciano direttamente sulle onde del mar Tirreno. L'erosione ha cancellato quasi del tutto l'arenile e le conseguenze, come facilmente intuibile, potrebbero essere catastrofiche per le attività balneari in vista della prossima estate. Questa mattina il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino, ha effettuato un sopralluogo per verificare, ancora una volta, i danni causati dall'erosione. Secondo il primo cittadino, così scrive su Facebook, "la situazione è diventata del tutto insostenibile: l'arenile è praticamente scomparso e alcune strutture si presentano quasi completamente danneggiate, con gravi conseguenze per le attività balneari".

La spiaggia di Fregene
in foto: La spiaggia di Fregene

Montino: "Non possiamo affrontare stagione balneare in queste condizioni"

Montino ha annunciato di avere incassato già la disponibilità dell'assessorato e della direzione dei Lavori Pubblici e Tutela del Territorio della Regione "per effettuare un sopralluogo la settimana prossima e cercare una soluzione condivisa che affronti il problema in modo strutturale". "Tra pochi mesi riaprirà la stagione balneare e non possiamo affrontarla in queste condizioni. Sono a rischio il tessuto economico del territorio e il destino di numerose famiglie, oltre che il patrimonio demaniale", spiega preoccupato Montino. Lo scorso anno, per risolvere la situazione, era stata proposta l'installazione di un enorme tubo di plastica pieno di sabbia posizionato sul fondale marino davanti alla spiaggia che avrebbe dovuto fermare o per lo meno rallentare l'erosione dell'arenile.