Hanno bruciato i suoi pochi averi, lasciandolo senza nulla e con la panchina che usava come rifugio bruciata. La scorsa notte alcuni ignoti hanno deciso di prendersela con un senzatetto che non gli aveva fatto nulla e che non aveva nessun mezzo per difendersi dalla loro furia. È successo nel quartiere romano di La Rustica: vittima un signore tedesco che da qualche giorno sostava su una panchina vicino l'edicola nella piazza centrale. I residenti sono stati svegliati dalle urla del poveretto, che ha visto bruciare davanti agli occhi i suoi abiti. Non si sa chi sia stato a compiere questo atto ignobile: molto probabilmente sono state persone che non tolleravano la presenza del signore e che hanno voluto mandare un messaggio violento per intimargli di andare via. Oppure, altra ipotesi, è che siano stati dei balordi che hanno voluto dare fuoco alle sue cose per divertimento.

"Adesso bisogna avere paura di essere poveri", scrive indignato un abitante del quartiere su Facebook. Nonostante il brutto episodio, la notizia ha fatto in poco tempo il tam tam dei social, scatenando una forte indignazione tra i residenti. Cittadini, comitati di quartiere e associazioni si sono fatti in quattro per aiutarlo, compragli nuovi abiti, portargli cibo e coperte. "Auspichiamo che il prima possibile i Servizi Sociali possano trovare una sistemazione dignitosa per questo amico che abbiamo avuto modo di conoscere e apprezzare i suoi gesti di premura – scrivono i membri del Comitato di Quartiere la Rustica Unita – In molti lo hanno visto raccogliere l'immondizia, cosi come tutti hanno potuto costatare che il suo angolo era sempre ben ordinato".