Il salvataggio da parte degli uomini della Guardia Costiera di Fiumicino
in foto: Il salvataggio da parte degli uomini della Guardia Costiera di Fiumicino

La sua barca si è capovolta e sta per affondare, lui sta per affogare tra le onde del mar Tirreno. Riesce comunque a mettersi in contatto con la capitaneria di porto e la telefonata, pubblicata sui social, è drammatica: "Non ce la faccio più, falli arrivare, non ce la faccio più, falli venire, sto…sto affogando. La barca sta affondando, mi sa che vado anche io appresso alla barca. Non ce la faccio più io…", dice mentre è al telefono con gli operatori della Sala Operativa della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Roma-Fiumicino.

Il salvataggio in diretta del naufrago al largo di Ladispoli

Una motovedetta viene subito inviata al largo di Ladispoli, litorale a nord di Roma, per il salvataggio. Fortunatamente, con il proprio cellulare il naufrago riesce a segnalare il punto esatto in cui si trova con il gps, a circa due miglia da Torre Flavia. Nel frattempo Sala Operativa continua a mantenere il contatto telefonico con l'uomo, proprio per tranquillizzarlo e dargli coraggio. Alle 17 e 45 la motovedetta intercetta l'uomo e lo recupera a bordo, nonostante le difficili condizioni meteorologiche. Al suo arrivo al porto di Fiumicino è stato visitato dagli uomini del 118. Stando a quanto si apprende, il naufrago è in buone condizioni di salute. L’operazione di soccorso è stata effettuata anche sotto il coordinamento dalla Direzione Marittima di Civitavecchia.