Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

I fatti risalgono allo scorso 12 luglio quando, a partire da una segnalazione anonima, i carabinieri della Stazione di Acilia hanno verificato la veridicità di una violenta aggressione subita da un uomo di 52 anni residente a Dragoncello, quartiere alla periferia di Ostia. L'uomo era stato prima colpito alla testa con un grosso martello da muratore, poi il suo aggressore, non contento, lo aveva investito con l'auto prima di darsi alla fuga. Fortunatamente, nonostante la martellata alla testa, il 52enne riusciva a togliersi dalla traiettoria dell'auto in corsa venendone ferito solo di striscio, e si recava all'ospedale per essere medicato.

La vittima frequentava l'ex moglie dell'aggressore

Oggi i carabinieri hanno arrestato un pensionato di 68 anni, individuato come l'autore dell'aggressione: dovrà rispondere dell'accusa di tentato omicidio. Secondo quanto emerso nel corso delle indagini il movente delle violenze sarebbe di tipo passionale: il 52enne era infatti il nuovo compagno dell'ex moglie del suo aggressore. Proprio la scoperta della relazione tra i due avrebbe scatenato i propositi di vendetta del pensionato, che non ha esitato a passare direttamente ai fatti, "punendo" il rivale. Al momento dell'arresto il 68enne è stato colpito da uno scompenso cardiaco: condotto all'ospedale G. B. Grassi di Ostia è stato piantonato durante il breve ricovero e poi trasferito nel carcere di Regina Coeli, così come da disposizione del giudice per le indagini preliminari.