Un incendio si è sviluppato al Ministero del Lavoro nel pomeriggio di oggi, venerdì 12 giugno. I palazzi intorno sono stati evacuati, al momento i Vigili del Fuoco sono all'opera per mettere in sicurezza l'area e domare le fiamme. Sul posto, oltre ai vigili del fuoco, gli agenti della Polizia Locale, gli agenti della Polizia di Stato, e i Carabinieri. Tutta la zona è stata transennata, impossibile accedere da via XX Settembre e via Flavia, sia con le macchine sia a piedi. L'operazione è ancora in corso, i pompieri stanno entrando nello stabile con i caschi e l'ossigeno. A quanto si apprende, il rogo si sarebbe scatenato dopo le 17: decine le persone in questo momento in strada che stanno seguendo le operazioni, mentre i palazzi intorno sono stati evacuati. Su via Flavia è visibile una nube di fumo nero che sovrasta il ministero del Lavoro: le dimensioni dell'incendio sarebbero molto vaste (tanto che i Vigili del Fuoco sono dovuti intervenire con due autoscale) ma non è ancora chiara – lo sarà nelle prossime ore – l'entità dei danni riportati nello stabile. Gli operai che stavano lavorando sulle impalcature sono stati fatti scendere per la loro sicurezza.

Incendio al Ministero del Lavoro: pericolo crolli

Secondo le prime informazioni, a incendiarsi sarebbero stati tetto e sottotetto, forse a causa di una guaina che potrebbe essersi scaldata troppo, prendendo fuoco. A causa del rischio di crolli, le persone presenti in strada sono state fatte allontanare dalle forze dell'ordine e dai vigili del fuoco presenti sul posto per condurre le operazioni. L'allarme è stato dato alle 17.10 dal custode dell'edificio, che si è reso conto delle fiamme e del fumo che si stavano diffondendo sul tetto del palazzo. A domare l'incendio, quattro squadre dei vigili del fuoco, il funzionario di servizio e il capoturno provinciale, più il carro autoprotettori e il CRRC. Sempre i pompieri fanno sapere che al momento non risultano persone coinvolte nell'incendio: non ci sarebbero quindi né feriti né intossicati a causa del fumo che si è sprigionato dalle fiamme.