Soldi. Troppi soldi in casa, tanto che strabordavano dalla cassaforte incassata nella sua abitazione. La somma rinvenuta in totale? 187mila euro in contanti, presumibilmente guadagnati col lavoro di pusher. A finire nei guai, un uomo di 52 anni residenti a Monte Mario. Da tempo gli investigatori del commissariato Flaminio Nuovo lo stavano osservando, convinti ch              e fosse uno degli spacciatori più attivi della zona. Le indagini sono durate tre settimane, dopodiché gli agenti hanno deciso di passare all'azione per evitare di essere scoperti. Nell'appartamento non hanno trovato grossi quantitativi di droga: nascosti in casa c'erano 100 grammi di cocaina e 120 grammi di hashish. Ma i soldi trovati erano troppi: segno che l'attività di spaccio non poteva essere poco consistente.

Nell'armadio di ‘Mimmotto' (questo il soprannome del pusher) sono stati trovati due bilancini di precisione, tutto il materiale per tagliare e preparare le dosi, e un foglio con appuntata tutta la contabilità della vendita di hashish e cocaina. Sotto il letto erano invece nascosti 39mila euro in banconote di vario taglio. Nell'appartamento c'era anche una cassaforte, che l'uomo si è rifiutato di aprire. Solo quando sono intervenuti i Vigili del Fuoco ha iniziato a collaborare: dentro c'erano talmente tanti soldi che quasi non c'entravano. Sopra la porta di ingresso della cucina, ‘Mimmotto‘ aveva anche nascosto due fucili semiautomatici calibro 12, tre cartucce calibro 12 e munizionamento spezzato illegittimamente detenuto. Tutte le banconote sono state sequestrate, mentre il 52enne è stato arrestato e portato in carcere a Regina Coeli: l'accusa per lui è detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.